Dramma di melo

Oggi il melodramma su queste reti è una gioia di proporzioni da letto matrimoniale. Se una coppia non scopa che coppia è? c’è chi vive le conseguenze della coppia, chiamandola ancora matrimonio.La bellezza del mondo ti si staglia davanti quando la libertà ti sveglia tutte le mattine e ti dice che il mondo ti vuole bene e che non c’è da aver paura. Questo è melo drammatico. Il sonno che si distende sui tuoi occhi a ogni momento e ti richiama alla tranquillità della morte. Mandiamo e mail, messaggi, messaggi vocali, che nessun dorma, che nessuno muoia. Una signora pulisce le stanze della mia memoria e io pulisco lo scarico del mio cesso. Personalmente mi sento un po’ come se non sentissi niente a parte la paura. Il bello della paura è che non ha bisogno di una giustificazione per esistere. C’è e basta. Ogni tanto sonnecchia un po’, poi si sveglia, cosi’, senza ragione. Benedetto sei tu, e anche io. Susanna tutta panna era un film su una torta…alla panna. Quella che si sciolse dal cielo e nutri’ gli ebrei in fuga dalla guerra in Siria. Perché morto un Mosé non se ne fa un altro? e poi un altro ancora? ma forse ora è tempo di morire nello schermo di un computer e dimenticarsi chi siamo finché non usciamo dalla bara dell’ufficio.